lunedì 15 aprile 2013

Accabadora - Michela Murgia

Einaudi, 160 pagine




Ciao a tutti!
Questa volta vi vorrei consigliare un libro italiano. L'ho letto qualche anno fa ma ogni tanto mi ritorna tra le mani.
Anni 50, Sardegna.  "Acabar" in spagnolo significa finire, in sardo "accabadora" è la persona che finisce. La storia ci porta nella casa di Tzia Bonaria, vecchia sarta del paese che durante il giorno cuce gli abiti ma di notte quando si rende necessario entra nelle case altrui a portare la fine pietosa.... Con Tzia Bonaria vive Maria, bambina della quale la madre non ha tempo di occuparsi e la quale viene presa sotto la ala protettrice della vecchia sarta che  la porta a casa propria, crescendola come se fosse figlia sua....
Ho trovato questo racconto di un umanità profonda e commuovente. Assolutamente da leggere.
 
Milly
 


1 commenti:

Frannie Panglossa ha detto...

Io l'ho letto, davvero bellissimo! Una storia originale e molto commovente

Posta un commento